Facoltà di Beni Culturali

Conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali

Il Corso di Laurea triennale in Conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali propone un percorso di formazione che intende rispondere all'esigenza, sempre più avvertita a livello nazionale e internazionale, di figure professionali che operino in una prospettiva moderna della tutela, conservazione e valorizzazione dei Beni Culturali. La famiglia dei Beni Culturali è intesa oggi come patrimonio diffuso e condiviso, e comprende diverse categorie di beni, che vanno da quelli tradizionalmente considerati (archeologici, architettonici, artistici, archivistici e librari) ai beni immateriali (tradizioni orali, arti performative, pratiche sociali e rituali, ecc.), fino al più complesso aspetto del paesaggio culturale (con riferimento al paesaggio urbano e sedimentazione del costruito storico, alla stratificazione delle attività antropiche nell’ambiente e formazione dei paesaggi rurali ecc.). Si è inoltre sempre più consapevoli del fatto che, specialmente in area euro-mediterranea, l’insieme dei Beni Culturali rappresenti una risorsa condivisa, risultato della mediazione tra culture differenti (che hanno generato combinazioni uniche e sincretismi di eccelso valore artistico e culturale), e che in una società multiculturale come quella odierna esso sia in grado di generare espressioni di integrazione culturale e interculturalità. La ‘mission’, quindi, non è solo quella della valorizzazione, ma anche quella della conservazione attraverso strumenti innovativi, in cui rientra il concetto di memoria
digitale e di digitalizzazione dei patrimoni culturali attraverso i nuovi linguaggi informatici e i nuovi media.
Date queste premesse, la struttura del percorso formativo conferisce una solida formazione di base nelle principali materie linguistico-letterarie, storiche, demoetnoantropologiche, che forniscono allo studente un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali e sono indispensabili per affrontare lo studio delle attività caratterizzanti. La nostra offerta formativa si articola in due curricula. L’indirizzo di “Operatore ed esperto in Patrimoni e paesaggi culturali: linguaggi e codici della mediazione” prepara lo studente alla progettazione di iniziative ed eventi per la valorizzazione e promozione nel settore dei beni culturali, con particolare attenzione alle diversità culturali; alla divulgazione, avvicinamento e educazione nel settore dei beni culturali, sviluppando e realizzando interventi specifici in relazione a gruppi distinti di destinatari, nella prospettiva del dialogo interculturale. L’indirizzo di “Operatore ed esperto in Patrimoni culturali e memoria digitale”, in linea con i nuovi sviluppi del mercato del lavoro in campo culturale a livello europeo, forma lo studente nell’utilizzo di nuove tecnologie digitali volte alla conservazione, documentazione, catalogazione e digitalizzazione del patrimonio culturale.

 

Piano di studi